Home

Il blog di Guido Vitiello

Gli indignati del Paleolitico. Storia (e preistoria) del dissenso

with one comment

Di questi tempi, nelle grandi librerie, la zona della cassa ricorda un posto di blocco: ti avvicini in pace, e sei accolto da un plotone di libriccini che ti puntano addosso le baionette dei punti esclamativi. Indignatevi!, Ribelliamoci!, Liberatevi!. Lo spavento iniziale scema un poco quando ti accorgi che gli autori dei pamphlet, da Stéphane Hessel a Luciana Castellina, appartengono per lo più all’ala punk del potere gerontocratico. Ora un nuovo libro (esce domani) riconduce quei punti esclamativi alla loro radice prima: No! Il libro del dissenso. Un’antologia di cinquecento e più «dissidenti e ribelli che si sono sforzati di smuovere le montagne e fin dai tempi antichi hanno tentato di migliorare, cambiare e trasformare il mondo», come illustra Tariq Ali nella postfazione. Ciascuno compare con una pagina, un pensiero o solo uno slogan.

Continua a leggere sul sito di La Lettura, il nuovo supplemento culturale del Corriere della Sera

Written by unpopperuno

novembre 27, 2011 at 5:26 pm

Pubblicato su La Lettura, Libri, Politica

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. ottimo articolo! Grazie

    spr0ut

    novembre 27, 2011 at 9:00 pm


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 221 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: